LogoMarlegno s.r.l.
AdESA, un nuovo sistema per l’Adeguamento Energetico, Sismico e Architettonico degli edifici esistenti
Sito web:www.marlegno.it
CittàBolgare
SettoreEdilizia - Costruzioni in legno
Attività dell'impresaDal 2000 Marlegno progetta e realizza case, edifici e strutture prefabbricate in legno secondo i criteri dettati dai principi di sostenibilità ambientale, sicurezza antisismica e risparmio energetico. Utilizza materiali naturali e legno proveniente da foreste certificate che garantiscono una gestione boschiva sostenibile.
ProgettistaIng. Alessandra Marini, Ing. Chiara Passoni
Innovazionetecnologica
DescrizioneAnalizzando la filiera dell’edilizia si può notare come il 70% del mercato sia oggi rappresentato dal recupero di edifici esistenti (Rapporto OISE 2015). In particolare, la quasi totalità degli interventi effettuati è finalizzata al miglioramento energetico e architettonico, talvolta integrando sensoristica e domotica in ottica “abitare Smart”. Seppure si tratti di interventi necessari in termini di sostenibilità e innovazione, tali interventi non sono sufficienti se si considera che non risolvono le criticità strutturali, lasciando gli edifici vulnerabili al sisma. Le perdite causate dai terremoti rendono questo modo di intervenire non sostenibile da un punto di vista ambientale, economico e, soprattutto, sociale. L’abitare Smart dovrebbe quindi garantire innanzitutto la sicurezza. Ponendosi dunque sicurezza e sostenibilità come obiettivi primari ed un approccio informatizzato come mezzo per ottenerli, AdESA propone un nuovo sistema di riqualificazione sismica, energetica e ambientale del patrimonio edilizio esistente, con il ricorso a tecnologie innovative e sistemi di progettazione virtuale, che prevede l’applicazione alla struttura esistente di un sottile guscio antisismico-energetico prefabbricato. Tale guscio è realizzato con pannelli di legno accoppiati ad uno strato isolante ed è rivestito da finiture altamente personalizzabili, che spaziano dalla semplice rasatura a rivestimenti ad alto impatto architettonico. Inoltre tale guscio può essere posto in aderenza all’involucro oppure a distanza da esso: nel primo caso si tratta di fatto di un cappotto strutturale-energetico, mentre nel secondo caso dà luogo a incrementi volumetrici. In entrambi i casi, la presenza del guscio strutturale comporta una maggiore capacità portante dell’edificio e consente di aggiungere spazi abitativi in facciata, balconi, terrazze e sopralzi in copertura, favorendo la densificazione del tessuto urbano consolidato, così da scongiurare ulteriore consumo di suolo. La soluzione è altamente integrata con le tecnologie digitali nella fase di rilievo, progettazione, produzione, montaggio e manutenzione. Sempre seguendo l’ottica dell’“abitare smart”, i pannelli in legno vengono integrati con sensori per il monitoraggio dello stato di conservazione, delle performance energetiche e delle condizioni ambientali. Ideata per l’housing sociale e le strutture scolastiche e pubbliche, AdESA si propone in sintesi come la prima soluzione sul mercato che garantisca il recupero integrato sismico-energetico-architettonico ed è la dimostrazione di come sia possibile coniugare innovazioni ecosostenibili e sociali ottenendo soluzioni in grado di risolvere contemporaneamente tutte le problematiche degli edifici esistenti, grazie all’integrazione di prefabbricazione e tecnologia informatica.
Benefici ambientaliCome obiettivo primario il sistema AdESA si pone la riqualificazione sismico-energetica del patrimonio edilizio esistente, prevalentemente relativo alle strutture pubbliche e all’housing sociale, ma in generale replicabile su qualsiasi edificio, con il duplice scopo di migliorare l’impatto ambientale che tali immobili generano sull’ambiente e di scoraggiare ulteriore consumo di suolo. Dal punto di vista dell’impatto ambientale, AdESA garantisce infatti la riduzione delle emissioni e dei consumi di energia, grazie agli interventi di miglioramento delle performance ambientali, e permette il controllo dei parametri interni tramite sensori di monitoraggio integrati. Inoltre, il sistema è stato concepito in un’ottica di “life cycle thinking”, in modo da consentire di prolungare l’uso dei materiali e favorirne il riutilizzo o il riciclo al termine della vita utile. Questo è reso possibile grazie al ricorso ad elementi prefabbricati assemblati a secco che possono essere facilmente smontati in caso di manutenzione o adeguamento a nuove condizioni al contorno o restrizioni normative e possono essere interamente smontati con un principio di “selective dismantling” al termine della vita utile. Il sistema impiega inoltre materie prime rigenerabili e facilmente riciclabili/reimpiegabili e prevede degli elementi fusibili “di sacrificio”, facilmente smontabili e sostituibili, in cui far concentrare il danno generato da un eventuale sisma, senza minare così l’integrità della restante struttura. In questo modo, la riparazione dei danni causati dal terremoto viene semplificata, diminuendo costi ed implicazioni sociali, come la necessità di riallocazione degli abitanti. Per quanto riguarda la riqualificazione, essa incrementa il valore dell’immobile e ne assicura la durata nel tempo grazie alla protezione dal sisma: in questo modo si riduce la necessità di realizzare edifici nuovi e, conseguentemente, l’impatto ambientale derivante dalla loro costruzione e dallo smaltimento dell’esistente. Tutto ciò garantendo tempistiche certe e costi contenuti. In sintesi, un’innovazione che punta a riqualificare il patrimonio esistente con una forte impronta ecosostenibile, volta a ridurre non solo le emissioni ma anche, e soprattutto, gli sprechi, puntando in primis alla sicurezza dell’uomo.
 Altri benefici ambientaliDiminuzione scarichi inquinanti
 ValutazioneIn zone a rischio sismico, nessun tipo di abitare può essere definito “intelligente” qualora non preservi gli edifici dal crollo e non salvaguardi la vita umana. Se questo concetto può ritenersi scontato nel caso di nuovi edifici, non si può dire lo stesso degli esistenti. Quasi l’80% del patrimonio edilizio esistente in Italia, edificato prima dell’avvento delle normative in materia di sicurezza sismica, dovrebbe infatti essere soggetto a verifiche di vulnerabilità sismica prima di essere dichiarato sicuro. Qualsiasi intervento per rendere il nostro patrimonio più smart e più green non dovrebbe quindi prescindere da un adeguamento strutturale che lo renda prima di tutto sicuro. Ciò non esclude il fatto che gli edifici debbano essere anche resi efficienti da un punto di vista energetico, dal momento che rappresentano uno dei principali contributi all’emissione di gas serra. La soluzione dovrebbe quindi essere quella di intervenire con un'unica azione di recupero che migliori sia le condizioni energetiche che strutturali degli edifici esistenti. Questo concetto è di per sé innovativo, dal momento che ad oggi non esistono ancora tecnologie pronte per consentire un recupero davvero integrato degli edifici. Tuttavia, per rendere l’intervento economicamente sostenibile è necessario sviluppare una tecnica industrializzabile, montabile rapidamente e che non implichi la rilocazione degli abitanti, operazione generalmente onerosa sia in termini economici che di tempo, in quanto non è per nulla semplice trovare in breve tempo, e a buon prezzo, una sistemazione temporanea alternativa per tutti gli abitanti. La realizzazione di una simile tecnica è possibile solo grazie all’integrazione tra tecnologie tradizionali e innovative, come il rilievo con droni ed una gestione del processo tramite applicativi BIM. Solo un simile percorso di integrazione potrà rendere questa nuova classe di interventi applicabile e vantaggiosa. Di seguito, i principali indicatori del grado di impatto dell’innovazione presentata: - Contemporaneo adeguamento sismico, energetico ed architettonico degli edifici esistenti - Incremento del valore di mercato dell’immobile e garanzia della sua sicurezza nel tempo - Riduzione del tempo di rilievo fino al 60% e aumento del livello di precisione - Riduzione del tempo di progetto grazie all’impiego di un unico programma multilayer su cui lavorano contemporaneamente tutti i progettisti (strutturisti, energetici, architetti, impiantisti) - Riduzione del tempo di messa in opera, grazie all’alto livello di prefabbricazione, utilizzo di tecnologie a secco, evitando la rilocazione degli abitanti - Riduzione dei costi rispetto ad un classico intervento di recupero sismico - Modelli scalabili per ogni tipologia edilizia quindi facilmente replicabili alle diverse caratteristiche di edifici della stessa tipologia, nonché adattabili in funzione della zona climatica e sismica - Diminuzione dei consumi di materie prime, in genere derivanti da demolizione e ricostruzione degli edifici Un’innovazione, quindi, in grado di generare un forte impatto su molteplici campi di sviluppo nella filiera delle costruzioni e ristrutturazioni, promuovendo una riqualificazione integrata che risolva tutte le problematiche energetiche, strutturali ed ambientali con una singola soluzione in grado di garantire la durabilità dei risultati ottenuti nel tempo.

 

 

I partecipanti 2017

  • Logo_GreenCode.jpg
  • logo_FB.jpg
  • 1VEC-daze-plugHQ.png
  • Icona-Micro-One-Way-300x300.jpg
  • logo_furlan_abitare.jpg
  • comune.jpg
  • alphabet_logo.jpg
  • logo_piccolo.jpg
  • lgi_logo.png
  • JutaTex-Srl-100-Heading-Logo.jpg
  • FedGP_Logo.gif
  • LOGO_CORRETTO.jpg
  • Lounge-tek_LOGO__Quadro_Trasp_600.png
  • Logo_Symbola.jpg
  • safeguarding.jpg
  • download.jpg
  • ForGreen-Brand.png
  • Energica_Logo.jpg
  • logo_agricoop_ok.jpg
  • logocare.png
  • ROTOPRINT_NUOVO_LOGO_2012_Filettato_logo_esecutivo_1978_01.jpg
  • 98fa5509f74fc2f8bbd2b7af41c6aa59_LOGO_XL.png
  • Logo_PFU.jpg
  • DisaquaLogoDefinitivo.jpg
  • Ellequadro_Ingegneria_-_Logo.png
  • logo_ecopneus.jpg
  • logo_catalyst_quadrato.png
  • LogoCroqqer.png
  • 15380284_1547276018621389_5739105559252679030_n.png
  • TOTEMasjaGroup600x600.jpg
  • IL_CIELO_IN_UNA_STAMPA_logo_kc.jpg
  • logoMercatino.jpg
  • logo_progetto_mvmant.png
  • Mar_Wien_vert_4c.jpg
  • Plastecnic_Logo.jpg
  • logo-ok.jpg
  • logoUPCYCLE.jpg
  • LogoTrial.jpg
  • greentronics6ombra.jpg
  • Zemove_logotipo_RGB.jpg
  • SDSlogo.png
  • LogoCorapack.jpg
  • Logo_2017.jpg
  • Logo_IC_2008_Vert_piccolo1.jpg
  • A2A_Calore_e_Servizi_RGB.png
  • bonplan_2.jpg
  • Logo_sodalitas.jpg
  • DEFINITIVO-logo-2017-3D.png
  • mondora-bcorp.png
  • LOGO_RGB.jpg
  • logo_energia_positiva.png
  • Logo.png
  • 6f7f611cdeecf889238ca1867f5ca45c_DisaquaLogoDefinitivo.jpg
  • logoipcb.jpg
  • Barrali-Stemma.png
  • logo-macnil.png
  • Tubus_System_Italia_logo.jpg
  • logomarlegno.png
  • Logo_Gruppo_SGR2.jpg
  • logoblu.png
  • Logo_Irritec.png
  • logoITIA.png
  • logo_Western.png
  • Logo_Evbility.png
  • logo_favini.jpg
  • LogoNBnero.jpg
  • LOGO-ISCLEANAIR.jpg
  • logo.jpg
  • logo-wastly.png
  • logo_MEDONIA.png
  • LOGO.png
  • Logo_TEON.jpg
  • Logo_UNISG_orizzontale.jpg
  • ecomatelogo.png
  • logoNappynat-blu.png
  • foglia_greentronics_HD.png
  • NOLPALlogo_cmyk300_ALTADEFINIZIONE.jpg
  • Marchio_Cial_Esec.jpg
  • logo-200.png