LogoLeolandia S.p.A.
Rifiutami con il cuore
Sito web:www.leolandia.it
CittàCapriate San Gervasio
SettoreTurismo
Attività dell'impresaLeolandia è un parco a tema, un mondo magico dove far vivere una storia. È un luogo accogliente e sicuro dove gli ospiti sono immersi in una storia che li coinvolge. A intrattenerli ci sono diverse attrazioni e mondi magici, spettacoli. Punti ristoro e negozi non sono solo luoghi dove acquistare qualcosa, ma parte del mondo in cui prende vita la storia.
ProgettistaCristina Gilardi,Nicoletta Nodari, Francesco Micheletti
Innovazionegestionale
DescrizioneLeolandia vuole promuovere il rispetto per l’ambiente attraverso piccoli gesti quotidiani, coinvolgendo i bambini e le scuole, che sono gli ospiti più ricettivi e capaci di portare un buon esempio nelle famiglie. Leolandia come parco dei divertimenti è una realtà particolare che si presta a sperimentare sempre nuove strategie per migliorare e comunicare la sostenibilità ambientale. In particolare la nuova strategia per la raccolta differenziata vuole essere un esempio di economia circolare, che si può spiegare, attraverso azioni concrete, anche ai bambini. Le aree attrezzate per la raccolta differenziata sono personalizzate e pensate a misura di bambino. Infatti il personaggio chiamato “Gnam Gnam” cattura l’attenzione anche dei più piccoli e con diversi colori aiuta a differenziare correttamente. Nei punti ristoro del parco è presente la raccolta della frazione organica (avanzi di cibo e stoviglie biodegradabili e compostabili), dell’indifferenziato, mentre la plastica (bottigliette PET) è conferita dagli ospiti in appositi compattatori. Per effettuare la raccolta differenziata nei punti ristorazione vengono impiegati: 25 cestini “GnamGnam” umido + 25 cestini “GnamGnam” indifferenziato 21 compattatori per bottigliette PET Le aree per la ristorazione sono 7, alle quali si affiancano 10 chioschi, dove vengono distribuite le merende e i dessert, oltre allo street food. In particolare in tutte le aree ristoro e i chioschi vengono impiegate le stoviglie biodegradabili e compostabili, che rendono più semplice il conferimento dei rifiuti nel bidone corretto, in quanto con un unico gesto è possibile conferire tutto il materiale presente sul vassoio nel bidone dell’umido. Anche nel 2016 è stata riconfermata la personalizzazione di tutte le stoviglie che potevano trarre in inganno l’ospite, come ad esempio i bicchieri in PLA o i bicchieri in cartoncino. Inoltre in tutti i punti ristoro si è rafforzata la comunicazione inserendo: la cartellonistica, 1 slide sul monitor e la tovaglietta, seguendo le linee guida del progetto green sia per quanto riguarda il linguaggio, che il colore e il font. Come imballaggi sono stati scelti prodotti costituiti dai seguenti materiali: o Mater-Bi: sacchetti, posate, bicchieri e tazzine in cartoncino accoppiato a Mater-Bi, foglio per panino. o Polpa di cellulosa: piatti di diversi formati o Carta 100%: tovaglietta, tovaglioli, imballaggi vari, cartoncino di bicchieri e tazzine o PLA: bicchieri, porta insalate e macedonie o Legno: palettine e bastoncini Per rendere efficace il cambiamento si è puntato su: - Coinvolgimento di tutto lo staff del parco con attività di formazione annuale - Cartellonistica dedicata per spiegare l’impiego delle stoviglie biodegradabili e compostabili - Personalizzazione degli imballaggio per facilitare il conferimento dei rifiuti Attività a supporto del progetto per coinvolgere anche i più piccoli - Attività didattica: laboratorio per le scuole “L’orto didattico” dedicato alla conoscenza dei prodotti della terra e come esempio di impiego del terriccio fertile prodotto direttamente dalla raccolta dell’umido di Leolandia. - Laboratori ludico creativi con il mais per far conoscere le materie prime vegetali di cui sono composte le stoviglie - Eventi dedicati alle scuole: Puliamo il MiniMondo, una simulazione, a misura di bambino, di “Puliamo il Mondo” (campagna organizzata proprio dai volontari Legambiente per ripulire l’Italia dai rifiuti), organizzata sulla Minitalia all’interno del parco Leolandia, dove i bambini imparano attraverso il gioco l’importanza della raccolta differenziata. Il materiale raccolto viene conferito tramite la municipalizzata all’impianto di compostaggio Berco srl di Calcinate. Il processo di compostaggio Berco è certificato con Sistema di Gestione Ambientale UNI EN ISO 14001.
Benefici ambientali1. Sostituzione delle stoviglie monouso in materiali vari, che venivano conferiti dagli ospiti non nel bidone corretto, con imballaggi biodegradabili e compostabili. 2. Risultati della raccolta differenziata Nel corso dei 3 anni in esame si assiste a una progressiva crescita della raccolta differenziata dell’umido, in particolare è evidente un incremento del 53% nel 2016 rispetto all’anno precedente. Il risultato conferma la strategia messa in campo, che ha puntato sulle seguenti attività: la comunicazione agli ospiti, la semplicità della raccolta differenziata, e la formazione dello staff ha effettivamente prodotto dei risultati soddisfacenti. Anno Frazione organica Organico pro capite Scarto Rifiuti trasformati in compost Compost ottenuto 2014 8.680 kg 14,28 g 43 kg 8.637 kg 5.200Kg 2015 17.440 kg 30,28 g 87 kg 17.353 kg 10.400 kg 2016 26.540 kg 33,92 g 132 kg 26.408 15.800 kg 3. Benefici ambientali nell’utilizzo del compost Con il processo di compostaggio si contribuisce ad un uso sostenibile delle risorse: - riducendo gli scarti organici e i rifiuti vegetali da avviare a smaltimento nelle discariche - limitando l’impiego di risorse non rinnovabili per produrre fertilizzanti chimici - chiudendo il ciclo di gestione degli scarti organici: dalla raccolta differenziata all’impiego del prodotto finito. Il compost prodotto con l’umido conferito da Leolandia viene impiegato in minima quantità nell’orto del parco e la restante frazione viene ritirata dagli agricoltori di zona presso l’impianto di compostaggio. Considerazioni http://www.venetoagricoltura.org/upload/pubblicazioni/COMPOST_E287/Low_02.pdf “Calcolo del bilancio di CO2 determinato dall’utilizzo del compost in agricoltura. Mitigazione dell’effetto serra tramite l’utilizzo del compost in agricoltura Sulla base delle precedenti considerazioni, tenuto conto di un contenuto di carbonio organico nel compost pari a 180 kg/t compost e di un tasso di sequestro dell’8,2%, si ottiene uno stoccaggio di CO2 di 54 kg per t di compost utilizzato, che corrisponde a 22 kg di CO2 per t di rifiuto putrescibile avviato a compostaggio, considerando una resa di processo del 40%”.
 Altri benefici ambientaliDiminuzione scarichi inquinanti
 ValutazioneIl progetto ha preso spunto da eventi a ridotto impatto ambientale della durata massima di una settimana e ha trasferito i contenuti in una realtà continuativa. E’ auspicabile che il progetto possa servire come case history per essere poi applicato in altre situazioni. La comunicazione e la sensibilizzazione degli ospiti è sicuramente una parte importante del progetto. A supporto del progetto sono state condotte annualmente le indagini per verificare l’efficacia del progetto e come implementare la comunicazione per rendere semplice la raccolta differenziata e il coinvolgimento stesso delle famiglie. Indagine 2014 (in allegato): Uno dei risultati della ricerca, che è servito da stimolo per la messa in campo del progetto, è la tendenza degli intervistati a performare bene nella raccolta differenziata in ambiente domestico, rispetto ai luoghi pubblici o di vacanza, dove le persone si sentono autorizzate ad evitare di fare la raccolta differenziata oppure si trovano in difficoltà a dover gestire una raccolta differenziata diversa da quella abituale. Indagine recap 2016 (in allegato). Obiettivo è analizzare la conoscenza della raccolta differenziata e dei materiali biodegradabili e compostabili usati all’interno del parco e verificare eventuali cambiamenti negli anni. Questa indagine permette quindi di dialogare in modo continuativo con gli ospiti.

 

 

I partecipanti 2017

  • foglia_greentronics_HD.png
  • Zemove_logotipo_RGB.jpg
  • logo_ecopneus.jpg
  • A2A_Calore_e_Servizi_RGB.png
  • greentronics6ombra.jpg
  • Logo_GreenCode.jpg
  • SDSlogo.png
  • FedGP_Logo.gif
  • logoblu.png
  • NOLPALlogo_cmyk300_ALTADEFINIZIONE.jpg
  • Logo_PFU.jpg
  • logo_furlan_abitare.jpg
  • logo-200.png
  • LogoCroqqer.png
  • download.jpg
  • Logo_Gruppo_SGR2.jpg
  • Logo_TEON.jpg
  • logocare.png
  • Icona-Micro-One-Way-300x300.jpg
  • logoITIA.png
  • logo_MEDONIA.png
  • logo_energia_positiva.png
  • Marchio_Cial_Esec.jpg
  • alphabet_logo.jpg
  • JutaTex-Srl-100-Heading-Logo.jpg
  • logo-macnil.png
  • 1VEC-daze-plugHQ.png
  • DisaquaLogoDefinitivo.jpg
  • lgi_logo.png
  • LogoCorapack.jpg
  • 6f7f611cdeecf889238ca1867f5ca45c_DisaquaLogoDefinitivo.jpg
  • LogoTrial.jpg
  • logo_catalyst_quadrato.png
  • Lounge-tek_LOGO__Quadro_Trasp_600.png
  • safeguarding.jpg
  • logo-wastly.png
  • mondora-bcorp.png
  • comune.jpg
  • ForGreen-Brand.png
  • Logo_IC_2008_Vert_piccolo1.jpg
  • logo_piccolo.jpg
  • Logo_Evbility.png
  • logo_progetto_mvmant.png
  • logo_agricoop_ok.jpg
  • logoNappynat-blu.png
  • logo_Western.png
  • 98fa5509f74fc2f8bbd2b7af41c6aa59_LOGO_XL.png
  • Logo_Symbola.jpg
  • Ellequadro_Ingegneria_-_Logo.png
  • LOGO.png
  • Energica_Logo.jpg
  • Logo_sodalitas.jpg
  • Logo_Irritec.png
  • LOGO_RGB.jpg
  • LOGO_CORRETTO.jpg
  • TOTEMasjaGroup600x600.jpg
  • Logo_2017.jpg
  • logoipcb.jpg
  • logo_favini.jpg
  • logomarlegno.png
  • Logo.png
  • Mar_Wien_vert_4c.jpg
  • logo.jpg
  • Logo_UNISG_orizzontale.jpg
  • Tubus_System_Italia_logo.jpg
  • logo-ok.jpg
  • LogoNBnero.jpg
  • LOGO-ISCLEANAIR.jpg
  • ROTOPRINT_NUOVO_LOGO_2012_Filettato_logo_esecutivo_1978_01.jpg
  • logo_FB.jpg
  • logoMercatino.jpg
  • Barrali-Stemma.png
  • bonplan_2.jpg
  • ecomatelogo.png
  • IL_CIELO_IN_UNA_STAMPA_logo_kc.jpg
  • 15380284_1547276018621389_5739105559252679030_n.png
  • DEFINITIVO-logo-2017-3D.png
  • Plastecnic_Logo.jpg
  • logoUPCYCLE.jpg